è che non dormo più

La pagina bianca
e la voglia di dire no.

No, non ho niente da dire
no, perché anche se avessi qualcosa da dire non sarebbe importante
no, parole
no, ancora scrivere quello che mi fa fatica anche solo a pensare
no, cavare fuori ciò che sta nascosto
no, spogliarsi e sfogliarsi per l’ennesima volta
no.

Ma qualcosa
accompagnato da un senso di nausea
mi riporta qui
eternamente qui.

Non c’è alcuna ragione
non c’è alcun motivo
non c’è nessuna utilità
non c’è senso
non c’è niente che legittimi
tutto questo.

Eppure dal vuoto nero deserto
una voce
una voce appena
una voce magari immaginaria
o ingannevole
o solo sognata
mi chiama.

Mi dice sempre e solo una cosa:
“non chiudere”.

Non chiudere.
Santissimo cielo.
Sai di cosa stai parlando?
Voce immaginaria o ingannevole o solo sognata
sai di cosa stai parlando?

Sono stanco del mio dire
che è come un cane che gira e rigira su se stesso
per cercare la combinazione esatta per sdraiarsi
e acquietarsi
e dormire.
Sono stanco del mio girare e rigirare
senza mai quiete
né riposo.

Ormai nel sonno sogno il sonno dei giusti
o dei bambini
o dei cani.
Sogno il sonno di chi si è dato
e chiude gli occhi
incurante del ritorno.

È che non dormo più.
Tutt’al più faccio lunghe pause
a occhi chiusi.

Ti ho amata
voce immaginaria o ingannevole o solo sognata.
Ti ho amata come si ama una fortuna
arrivata da chissà dove.
Ti ho amata per non avermi mai concesso di morire
prima del tempo.
Ti ho amata come la pianta ama la pioggia
senza sapere perché.

Ora invece ti temo.
Sembra che tu non abbia fine
o limite
o confine.
Ti temo.
La tua sete sembra inestinguibile.

E dunque
cosa vuoi da me?
Non lo so più.
O forse non l’ho mai saputo
nella convinzione di saperlo.

Vorrei dirti buonanotte
ma la mia notte non è più notte
e il tuo incessante richiamo
è il sole nascente
di un’alba costante
che mi tiene vigile
senza che io sappia perché
per cosa
fino a quando
e perché proprio io.

Advertisements
Standard

4 thoughts on “è che non dormo più

  1. Maki says:

    Forse è quel che abita nel nostro corpo a parlarci perché sa cosa vogliamo e ce lo mostra nei voli di pensiero che ci fa fare.
    Questro strano essere furtivo sembra soggiogarci, conquistarci, ma è pure distruttivo;
    io quando non riesco proprio a tenerlo a bada ci gioco un po’ per trovare il modo di riprendermi una volontà.
    Prova anche tu!!! 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s